Battistero baptistery

GLI ARTMEN SULLA SOMMITÀ DEL BATTISTERO DI PARMA

Un restauro e una ricostruzione sono più semplici da eseguire con un modello 3D dell’opera, specialmente se si tratta di una torretta posta a 30 metri d’altezza. AerariumChain supporta questo restauro, condotto dalla società Archè Restauri, grazie alla scansione realizzata ad alta quota.

Una vista mozzafiato sulla città di Parma quella che hanno contemplato gli Artmen dall’alto della torretta del Battistero del Duomo, ma a togliere il fiato è stato soprattutto vederli all’opera a quell’altezza! Infatti la scansione è stata effettuata proprio in cima alla più alta delle torrette sommitali del Battistero.

Il Battistero di Parma è senza dubbio uno dei monumenti più significativi dell’architettura medievale italiana. Progettato tra il 1196 e il 1216 dallo scultore e architetto Benedetto Antelami, l’edificio ottagonale a logge stabilisce un punto di congiunzione tra lo stile romanico e il cauto affermarsi del gotico. A contrassegnare questo nuovo e svettante stile, 8 torrette poste a coronare la sommità dell’edificio. Il passare dei secoli e gli eventi atmosferici, hanno inciso particolarmente sulla stabilità di queste architetture, sulle quali è stato necessario intervenire a più riprese con restauri e sostituzioni.

Ora a richiedere un intervento strutturale è la torretta più alta, posta a ben 30 metri di altezza, l’intervento degli Artmen di AerariumChain si è rivelato estremamente prezioso ai professionisti di Archè Restauri. Su un ponteggio a più livelli, montato in cima al tetto del battistero, gli Artmen, con tutte le attrezzature e funi di sicurezza necessarie, hanno realizzato la scansione 3D della torretta. Un lavoro, questa volta piuttosto difficile sia per la posizione che per l’altezza. Come in tutti i lavori svolti dagli Artmen, la precisione è un requisito fondamentale per la buona resa di una scansione: infatti non è possibile tralasciare nessun punto e in questo caso arrivare a tutti gli angoli non è stata un’impresa semplice.

Questa scansione ad alta quota avrà due scopi fondamentali al fine di supportare il restauro della torretta: in prima istanza servirà ai restauratori per verificare l’effettivo stato di conservazione delle singole parti e capire come e quando intervenire su ognuna di esse; in secondo luogo, essendo il modello 3D in scala 1:1, fornirà agli architetti una base precisa e fondamentale per la ricostruzione e il riposizionamento degli elementi.

Grazie all’immagine virtuale unica che si è creata della torretta sarà più semplice intervenire da oggi in poi nei futuri lavori di conservazione di questa parte del Battistero parmense. Un’altro modo in cui AerariumChain mette la propria arte al servizio del patrimonio culturale.

Banner AEC fundraising arazzi simulacro