Statua egiziana di sfinge al Museo Egizio di Torino

Scansioni al Museo Egizio – Mercoledì 5 agosto: terzo giorno

Dopo aver posizionato il tavolino e quindi lo scanner, abbiamo ripreso a scansionare. Il progetto AerariumChain continua a crescere, ecco come è andata l’ultima giornata presso il Museo Egizio di Torino.

Mercoledì 5 agosto è stata l’ultima giornata presso il Museo Egizio, a Torino. Dopo aver posizionato il tavolino e quindi lo scanner, abbiamo ripreso a scansionare.

La prima opera è stata la Statua della dea Sekhmet, che presenta delle fessure che il nostro scanner può mappare molto precisamente a livello di 0,20 micron. Molto probabilmente anche questa è rientrata tra i reperti che sono andati in esposizione, motivo per il quale la scansione realizzata ci permetterà di comparare i modelli 3D della stessa opera al suo ritorno, allo scopo di produrre Condition Report oggettivi sul suo stato di conservazione.

Statua della dea Sekhmet, Museo Egizio di Torino

Ecco allora che mi sono tornate in mente le parole dell’assistente registrar Giulia Gregori che era presente il giorno precedente presso l’ArtDefender di Torino:

Uno dei miei compiti è anche quello di redigere i Condition Report di tutte le opere, a maggior ragione di quelle che si spostano da un punto A a un punto B. – 

Per questo motivo, il Condition Report redatto da AerariumChain, con la sua capacità di rendere sempre più oggettivo il documento, può davvero essere uno strumento di appoggio per conservatori, registrar, e molti altri attori del settore.

E ora, credo sia arrivata l’ora di presentarmi. Io sono Chiara Marin e oggi faccio parte del progetto AerariumChain.

Ho studiato Economia e Gestione dei Beni Culturali presso l’Università Cattolica di Milano. Un’esperienza unica, luogo di incontro e condivisione. Laureata con una tesi rivolta al connubio tra arte e tecnologia, ho frequentato corsi che mi hanno poi insegnato il valore delle tecnologie come portento per la conservazione e preservazione del nostro patrimonio artistico.

Dalla teoria alla pratica, insomma.

Il ricordo più bello di questi tre giorni? È stato proprio questo, mentre scansiono questo reperto dal valore inestimabile del Museo Egizio che è sempre stato un luogo di forte interesse culturale.

Chiara Marin mentre scansiona la statua della dea Sekhmet

AerariumChain non si ferma: sono in corso nuove campagne di monitoraggio. Stay tuned!